Il presidente Medusei, interviene al convegno sulle professioni sanitarie

Mercoledì, 14 dicembre in Sala Dante a La Spezia, il presidente del Consiglio regionale della Liguria, Gianmarco Medusei, è intervenuto all’evento organizzato dal dirigente di ASL 5, Franco Piu.

“Il Consiglio regionale si occupa molto spesso di sanità e la dialettica e il dibattito all’interno dell’Assemblea è fondamentale per cercare di evidenziare dei disservizi e risolvere le criticità” – ha sottolineato Medusei – ma è importante che non ci sia strumentalizzazione perché si rischia di denigrare gli operatori sanitari che svolgono un lavoro encomiabile e che vantano una grande preparazione”.

Il presidente ha offerto la sua collaborazione per fungere da tramite tra le professioni sanitarie e l’assessore alla Sanità Angelo Gratarola ed ha ringraziato gli operatori sanitari che ormai da due anni, oltre alle funzioni quotidiane aggiungono le difficoltà legate al Covid, augurando buon lavoro ai nuovi coordinatori delle professioni sanitarie, appena nominati dai vertici liguri della Sanità. Medusei ha quindi ricordato alcuni esempi in cui le professioni sanitarie sono protagoniste sulla scena spezzina, a partire dall’ambulatorio di stomatoterapia che ha in carico oltre 250 pazienti, alleviando anche a domicilio i disagi dei portatori di stomia, oltre a quello per la riabilitazione del pavimento pelvico, una vera eccellenza di nicchia del territorio.

Il presidente si è poi soffermato sul punto di assistenza alla dimissione, gestito interamente dalle professioni sanitarie e importante per liberare posti letto soprattutto nei momenti di sovraffollamento come sta accadendo in questi giorni di picco influenzale. Infine, ha sottolineato il ruolo fondamentale dell’infermiere di famiglia, che il Piano socio sanitario valorizzerà per assistere a domicilio i pazienti con cronicità, andando a diminuire gli accessi impropri al Pronto Soccorso. Alla Spezia sono undici gli infermieri di famiglia che stanno ultimando il corso di formazione ad hoc, grazie alle borse di studio offerte dal comitato Perioli, al termine del quale diverranno pienamente operativi a servizio della collettività.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.